Home Abilitazione Forense Esame avvocato, vittoria al Tar: prova orale da rifare!

Esame avvocato, vittoria al Tar: prova orale da rifare!

Aveva svolto la prova orale dell’esame di abilitazione alla professione forense (ss.2019/2020) dinanzi alla corte d’Appello di Palermo ed era stata esclusa per non aver raggiunto la soglia di idoneità.

Dopo aver ricevuto la documentazione relativa all’istanza di accesso appositamente inoltrata dal nostro staff legale, abbiamo constatato che, durante l’Adunanza Plenaria svolta per il recepimento dei criteri di valutazione della prova orale, la Sottocommissione che aveva esaminato la ricorrente era composta in maniera illegittima.

In particolare, durante tale seduta, mancavano le 3 componenti professionali (avvocato, magistrato, professore) previste dall’articolo 47 della legge 247/2012.

Abbiamo pertanto proposto ricorso al TAR Palermo che, accogliendo le nostre tesi, ha annullato con sentenza breve gli atti impugnati e disposto la ripetizione della prova orale ad opera di una commissione in composizione differente.

Questa vittoria è l’ennesima che dimostra una consolidata giurisprudenza in materia. Pertanto riteniamo, per gli stessi motivi, illegittimi gli orali svolti quest’anno presso le corti di l’Aquila (valutata da Messina) e Salerno (valutata da Firenze).

Alla luce delle nostre vittorie e per spiegare le motivazioni alla base della nostra azione legale a tutela dei candidati che hanno svolto l’esame di abilitazione forense, abbiamo organizzato un webinar, martedì 27 luglio, alle ore 18:00

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here