Home Medicina Generale Corso di formazione specifica Medicina Generale, pronta la diffida

Corso di formazione specifica Medicina Generale, pronta la diffida

Corso di formazione specifica Medicina Generale, pronta la diffida

Medicina Generale vs Specializzazioni MedicheI medici iscritti al corso di formazione specifica in medicina generale per il triennio 2014 – 2018 stanno subendo una grave ingiustizia a causa di una modifica, forse troppo frettolosa, del D.M. salute 7 marzo 2006, “concernente i principi fondamentali per la disciplina unitaria in materia di formazione specifica in medicina generale”.
Le modifiche apportate dal D.M. Salute 28 agosto 2014 al D.M. 7 marzo 2006, infatti – estendendo la possibilità di utilizzare la graduatoria degli idonei a corso di medicina generale fino ad un termine massimo di sessanta giorni dopo l’inizio del corso di formazione “al fine di assegnare i posti che si siano resi vacanti” – hanno generato l’assurda situazione in base alla quale si sono venute a create due categorie di immatricolati al triennio 2014/2018.

Corso di formazione specifica Medicina Generale, gli obblighi per i corsisti

Due categorie perché tutti i corsisti hanno l’obbligo di raggiungere un monte ore pari a 4.800 in 36 mesi a prescindere dalla data di inizio del corso di formazione.
La discrasia si viene a creare poiché entrambi i termini (4.800 ore in 36 mesi), devono essere necessariamente rispettati.
Infatti, la Direzione Generale Professioni del Ministero della Salute con circolare 35/2014 ha chiarito i giorni di corso persi vanno recuperati e regolarmente retribuiti nel rispetto del limite minimo di 4800 ore e di 36 mesi.
Conseguentemente, i medici convocati a gennaio 2015, pur raggiungendo le 4.800 ore, grazie ai piani di recupero, prima di dicembre 2017, non potranno sostenere la prova finale nella sessione ordinaria di dicembre 2017, ma dicembre 2018 perdendo un anno inutilmente, con le ovvie ripercussioni a livello professionale.
Gli stessi dovranno attendere, infatti, un anno intero prima di poter presentare domanda di iscrizione alle graduatorie regionali.

Corso di formazione specifica Medicina Generale, una disparità di trattamento

bandi regionali medicina generaleEbbene, per porre rimedio a questa insensata disparità di trattamento, lo Studio Legale Leone – Fell & Associati, sta predisponendo un atto di invito e diffida al fine di ottenere diverse possibili soluzioni, tutte fattibili, individuate dagli stessi medici interessati.
Precisamente:
* disporre la fissazione di una sessione straordinaria per espletare la prova finale del corso di formazione specifica gli ultimissimi giorni di gennaio 2018, in modo tale che i medici che compiranno i 36 mesi a gennaio 2018, potranno presentare senza problemi domanda di iscrizione alle graduatorie regionali;
* consentire ai medici che compiranno i 36 mesi a gennaio 2018, di presentare domanda di iscrizione alle graduatorie regionali con riserva, prevedendo la fissazione di sessioni straordinarie per espletare la prova finale del corso di formazione specifica;
* prorogare il termine di presentazione della domanda per l’inserimento nella graduatoria regionale 2018;

* sancire la non obbligatorietà del periodo di 36 mesi – qualora il monte ore venga rispettato e le esigenze formative pedissequamente espletate – con rinuncia alla retribuzione per i mesi mancanti.

Per ricevere qualsiasi tipo di informazione invia una mail all’indirizzo info@avvocatoleone.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Scopri l’avvocato a te più vicino visualizzando i legal point de “LA RETE DEI DIRITTI”.

Avv. Chiara Campanelli
Avv. Chiara Campanelli

 

 

Articolo a cura dell’Avv. Chiara Campanelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


5 + 3 =