Home #IOMERITO Policlinico Umberto I, il Commissario ad Acta si dimentica dei vincitori di...

Policlinico Umberto I, il Commissario ad Acta si dimentica dei vincitori di concorso, pronta la diffida

Il Policlinico Umberto I di Roma bandirà un nuovo concorso per l’assunzione di 60 infermieri a tempo indeterminato.

Lo ha comunicato ieri con grande enfasi il Presidente della Regione Lazio, nonché Commissario ad acta per il Servizio Sanitario Regionale, Nicola Zingaretti (per leggere il comunicato clicca qui). Certo, che finalmente nel pubblico si torni ad assumere sarebbe una bella notizia. Peccato, però, che un concorso il Policlinico Umberto I di Roma lo abbia già fatto e, a distanza di anni, ci sono ancora vincitori in attesa di essere chiamati, oltre che una lunga lista di idonei pronti a prendere servizio. Per quale motivo, dunque, in barba alle disposizioni di legge ed alle inequivoche indicazioni della giurisprudenza amministrativa (cfr. il precedente articolo), indire un nuovo concorso se c’è ancora gente in attesa di essere assunta? E perché sprecare centinaia di migliaia di euro per l’espletamento di una nuova procedura selettiva, se ancora non si è utilizzata la graduatoria vigente il cui impiego è imposto dalla legge? Per quale motivo, infine, ingenerare nuove aspettative per i vincitori del nuovo concorso se, in ogni caso, l’amministrazione deve prima utilizzare la graduatoria più vecchia?

12274698_10156321219080437_710350769141767258_nÈ a partire da queste domande che il nostro studio – promotore insieme al C.S.I. della campagna #ioMerito – ha deciso di mettersi a disposizione dei vincitori e degli idonei del precedente concorso, predisponendo – in attesa della pubblicazione del bando nella G.U. – una diffida per invitare l’amministrazione a valorizzare le professionalità già selezionate prima di procedere all’indizione di un nuovo concorso.

Una richiesta semplice, in fondo: il rispetto delle leggi.

Scarica i moduli per aderire attraverso il seguente link.

Per ricevere maggiori informazioni scrivi nella sezione “Raccontaci il tuo caso”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


9 + 6 =