Home Università Professioni sanitarie, illegittimo il bando riservato de La Sapienza

Professioni sanitarie, illegittimo il bando riservato de La Sapienza

la sapienzaLo scorso 10 dicembre, l’Università degli Studi di Roma La Sapienza ha pubblicato l’Avviso posti disponibili Corsi di laurea triennali delle professioni sanitarie a.a. 2020-2021 riservato esclusivamente a coloro che hanno sostenuto il test di ammissione per l’a.a. 2020-2021 e non si sono collocati in posizione utile in graduatoria all’esito del concorso per l’ammissione, impedendo di fatto agli studenti vincitori presenti nelle rispettive graduatorie di merito delle sedi scelte di poter accedere al corso di laurea ambìto.

È palese l’illegittima chiusura dimostrata dall’Ateneo verso gli studenti risultati vincitori all’esito del concorso di ammissione che, essendosi immatricolati ad un corso di laurea che non rappresentava la loro scelta prioritaria, non sono stati ammessi a subentrare nel corso di laurea per il quale era stata espresso l’ordine di preferenza più alto e che potevano immatricolarsi grazie alla presenza di ulteriori posti disponibili resisi disponibili al termine del 4° scorrimento delle graduatorie dei corsi triennali delle professioni sanitarie.

Pertanto, se hai superato il test di ammissione a.a. 2020/2021 e sei interessato ad accedere ad un corso di laurea triennale delle professioni sanitarie de La Sapienza ma non sei presente nella nuova graduatoria di merito pubblicata al termine della procedura concorsuale indetta dal nuovo Avviso posti disponibili, a causa dell’illegittima esclusione prevista dal bando, puoi impugnare l’avviso proponendo un ricorso innanzi il Tar competente e ottenere l‘immatricolazione nella tua scelta prioritaria!

Clicca qui e scarica i moduli per aderire al ricorso

Per comunicazioni con il nostro staff legale invia una mail a [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here