Profilo tecnico di edilizia senior, concorso Ministero Giustizia: errore nell’assegnazione del punteggio

Sono state pubblicate il 23 settembre le graduatorie dei bandi di concorso del Ministero della Giustizia, gestiti dalla Commissione RIPAM per l’assunzione di vari profili, per un totale di 5410 posti.
Il 3 ottobre sono state pubblicate le sedi disponibili.

Tuttavia ci sono state segnalate delle irregolarità, ai limiti dell’assurdo, per il profilo professionale “tecnico dell'edilizia senior”.

Profilo tecnico dell'edilizia senior: cosa è successo al concorso.

In esito alla pubblicazione della graduatoria di merito, molti candidati, in possesso di due titoli di abilitazione utili ai fini concorsuali, non si sono visti attribuire il punteggio spettante per tale titolo.

In particolare, il bando di concorso, all'art. 6 prevede quanto segue:
e) per il solo profilo di tecnico di edilizia senior di cui all'art. 1, comma, 1, lettera c). Punti 3,00 in caso di possesso: dell'abilitazione alla professione di ingegnere, dell'abilitazione alla professione di ingegnere junior, dell'abilitazione alla professione di architetto, dell'abilitazione alla professione di architetto junior, dell'abilitazione alla professione di pianificatore conservatore paesaggista, dell'abilitazione alla professione di pianificatore junior.

I punteggi previsti dalla presente lettera non sono cumulabili tra loro;" Il sistema informatico dell'amministrazione aveva preliminarmente attribuito 6 punti ai candidati in possesso di due titoli di abilitazione. Accertato l’errore, in virtù del principio di non cumulabilità dei titoli, è stato rettificato il punteggio attribuito ai candidati.

Tutto nella norma, dunque, se non fosse che ad alcuni candidati, in seguito alla rettifica, non hanno attribuito alcun punto per l’abilitazione.

La violazione del bando del concorso 1660 unità per il profilo tecnico di edilizia senior

Il sistema informatico dell'amministrazione, in sintesi, ha omesso di attribuire 3 punti per l'abilitazione a chi ha dichiarato di essere in possesso, al momento della presentazione della domanda, di due titoli abilitativi utili per il profilo professionale bandito; ciò nonostante la stessa abbia preso coscienza dell'errore di sistema.

Non solo quindi ha agito in violazione del bando di concorso, non attribuendo tre punti a chi ha dichiarato due abilitazioni, ma ha altresì attuato una disparità di trattamento rettificando il punteggio solo ad alcuni candidati e non a tutti coloro che versassero nella medesima situazione.

Cosa fare?

I candidati in possesso di due titoli di abilitazioni utili ai fini concorsuali che non si sono visti attribuire i 3 punti garantiti dal bando, hanno 60 giorni di tempo per proporre ricorso.

A partire dal 23 settembre, devono inoltrare la domanda di partecipazione al concorso e il punteggio a loro attribuito per titoli.

Il nostro studio legale è da anni in prima linea per garantire ai candidati tutela avverso le ingiustizie che possono derivare dai concorsi pubblici. Come sempre, siamo pronti a difendere i vostri diritti. Clicca su INIZIA e compila il form per fare la tua segnalazione o essere ricontattato dal nostro staff legale specializzato!



20/10/2022

Categorie

Hai bisogno di altre informazioni?

var _paq = window._paq = window._paq || []; /* tracker methods like "setCustomDimension" should be called before "trackPageView" */ _paq.push(['trackPageView']); _paq.push(['enableLinkTracking']); (function() { var u="https://avvocatoleone.matomo.cloud/"; _paq.push(['setTrackerUrl', u+'matomo.php']); _paq.push(['setSiteId', '1']); var d=document, g=d.createElement('script'), s=d.getElementsByTagName('script')[0]; g.async=true; g.src='//cdn.matomo.cloud/avvocatoleone.matomo.cloud/matomo.js'; s.parentNode.insertBefore(g,s); })();
small_c_popup.png

Diffida CIG Covid - Società

Inserisci I Dati E Ricevi La Diffida Pronta Con I Tuoi Dati!

small_c_popup.png

Diffida CIG Covid - Impresa individuale

Inserisci i dati e Ricevi la diffida pronta con i tuoi dati!