Home Ricorso ammissione Specializzazioni Mediche 2018/2019

Ricorso ammissione Specializzazioni Mediche 2018/2019

Il 14 e 15 maggio vienici a trovare a Roma all’Empire Palace Hotel per una due giorni dedicata ai tuoi diritti! 

Lo  Studio legale Leone-Fell infatti organizza “Incontro ai Diritti”, una due giorni dove potrai incontrarci, partecipare a 4 grandi sessioni tematiche e chiedere, in modo totalmente gratuito, un incontro privato con il nostro staff e ottenere una consulenza riservata! 

La partecipazione all’evento e le consulenze personalizzate sono gratuite.
I posti però sono limitati, per questo è necessario registrarsi.

CONTESTO

Il bando di ammissione alle Scuole di Specializzazione di Area sanitaria per l’A.A. 2018/2019 è illegittimo nella parte in cui prevede per i cittadini stranieri, sia che essi abbiano conseguito la laurea in Italia che all’estero, la presentazione di un ulteriore certificato che attesti la conoscenza C1 della lingua italiana.

Si legge nel bando infatti che:

3. I cittadini stranieri comunitari medici e i rifugiati politici medici accedono alle Scuole di specializzazione alle stesse condizioni e con gli stessi requisiti dei cittadini italiani (laurea e abilitazione all’esercizio professionale, ovvero possesso del decreto di riconoscimento del titolo ai fini dell’esercizio della professione medica rilasciato dal Ministero della Salute). La domanda di ammissione è presentata direttamente al Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, entro il termine e con le stesse modalità previste per i cittadini italiani dall’articolo 5 del presente bando di concorso. I suddetti candidati devono, altresì, possedere, al momento della presentazione della domanda di partecipazione al concorso, una certificazione di lingua italiana, attestante la conoscenza della lingua italiana corrispondente al livello C1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento delle Lingue (QCER) rilasciata dagli enti certificatori accreditati appartenenti al sistema di certificazione unificato CLIQ (Certificazione Lingua Italiana di Qualità): Società Dante Alighieri, Università per Stranieri di Perugia, Università per Stranieri di Siena e Università degli Studi Roma Tre.

4. I cittadini extracomunitari medici, titolari di carta di soggiorno, oppure di permesso di soggiorno per lavoro subordinato o per lavoro autonomo, per motivi familiari, per asilo politico, per asilo umanitario, o per motivi religiosi, oppure i medici non comunitari regolarmente soggiornanti, in possesso del diploma di laurea e abilitazione italiana, o con diploma di laurea equipollente e abilitazione italiana, oppure i medici in possesso del decreto di riconoscimento del titolo ai fini dell’esercizio della professione medica rilasciato dal Ministero della Salute ai sensi della legge n.271/2004 sono ammessi al concorso a parità di condizioni con gli italiani. La domanda di ammissione è presentata direttamente al Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, entro il termine e con le stesse modalità previste per i cittadini italiani dall’articolo 5 del presente bando di concorso. I suddetti candidati devono, altresì, possedere, al momento della presentazione della domanda di partecipazione al concorso, una certificazione di lingua italiana, attestante la conoscenza della lingua italiana corrispondente al livello C1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento delle Lingue (QCER) rilasciata dagli enti certificatori accreditati appartenenti al sistema di certificazione unificato CLIQ (Certificazione Lingua Italiana di Qualità): Società Dante Alighieri, Università per Stranieri di Perugia, Università per Stranieri di Siena e Università degli Studi Roma Tre.

Per il nostro studio legale si tratta di una palese disparità di trattamento, oltre alla violazione del Regolamento n. 130/2017 che non prescrive alcuna ulteriore certificazione ai fini dell’ammissione ai corsi di Specializzazione medica.

TIPOLOGIA DI RICORRENTE

Possono aderire al ricorso tutti i medici stranieri in possesso dei requisiti di ammissione, ad eccezione di tale certificazione. 

AUTORITÀ ADITA

Tribunale amministrativo

TERMINE PER ADEIRE AL RICORSO

Le adesioni dovranno pervenire in studio tramite raccomandata, ma anticipate via mail entro e non oltre il 15 maggio 2019, in modo da consentire allo staff legale di depositare il ricorso in tempo utile per presentare domanda di ammissione entro il 20 giugno.

TIPOLOGIA DI RICORSO E MODULISTICA

  • Collettivo: € 500,00

Un’azione legale con più ricorrenti strutturata a partire dalle irregolarità che colpiscono tutti i partecipanti al concorso

Per ricevere qualsiasi tipo di informazione invia una mail all’indirizzo info@leonefell.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Per informazioni immediate chiama 0917794561

Da Terapia della neuro a Fisioterapia senza test: immatricolata a Pavia

fisioterapia
Già laureata in “Terapia della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva” e in virtù degli esami già sostenuti, aveva richiesto l’iscrizione ad anno successivi al...

Da Medicina a Odontoiatria senza test, nostra ricorrente immatricolata a Milano!

odontoiatria senza test
Era iscritta al IV anno del corso di laurea in Medicina e chirurgia presso l’Università degli Studi di Milano, e aveva chiesto all’Università dell’Insubria...

Immatricolazioni senza test, importanti novità e più agevolazioni!

anni successivi
Importanti novità per la nostra campagna legale che consente l'immatricolazione ai corsi a numero chiuso senza test utilizzando i crediti formativi maturati in un'altra facoltà affine. In questi mesi abbiamo...

Medicina senza test: decine di immatricolazioni a Catanzaro!

medicina senza test
Si stanno immatricolando in questi giorni dieci studenti, nostri ricorrenti, provenienti da altre facoltà, a Medicina senza test. Erano iscritti iscritti in corsi di...

Da Farmacia a Medicina senza test: immatricolata nostra ricorrente!

medicina senza test
Era iscritta al corso di laurea in Farmacia e dopo aver sostenuto alcune materie convalidabili a Medicina, si è rivolta al nostro studio per...
Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.