Home Iscrizioni/trasferimenti senza test Trasferimenti e immatricolazioni senza superare il test d’accesso

Trasferimenti e immatricolazioni senza superare il test d’accesso

Corsi a numero programmato (Medicina/Fisioterapia/Biologia etc..): focus sulle richieste di immatricolazioni ad anni successivi al primo e sui trasferimenti

Ogni anno in estate vedono puntualmente pubblicati dagli Atenei di tutta Italia i c.d. bandi per i trasferimenti destinati a coloro che vogliono passare da un Ateneo ad un altro mantenendo il medesimo corso di laurea. Ogni annuo, puntualmente, in estate, gli immatricolati riscontrano la impossibilità di potersi spostare magari verso un Ateneo più vicino a casa a causa della mancanza di posti disponibili nei bandi c.d. di trasferimenti. 

Accanto a tale assurdità, si assiste al fatto che ogni anno, a settembre, molti studenti quasi laureati o laureati in discipline affini vorrebbero potersi iscrivere ad un altro corso a numero programmato ma non riescono a farlo perché la normativa in vigore li obbliga a sostenere un test d’accesso nonostante loro siano quasi laureati o addirittura laureati ed abbiano le competenze per frequentare quel corso.

Immatricolazioni ad altri corsi di laurea ad anni successivi al primo o Trasferimenti universitari: i soggetti a cui si rivolge la campagna

Si rivolge a coloro che:

-vogliono fare il passaggio da Medicina ad Odontoiatria e viceversa;

-sono laureandi o laureati in discipline affini e vogliono immatricolarsi in un altro corso di laurea a numero programmato senza superare il test (come fisioterapia o biologia etc..);

-vogliono trasferirsi in un’altra sede mantenendo lo stesso corso di laurea ovvero cambiandolo;

Immatricolazioni ad altri corsi di laurea ad anni successivi al primo o Trasferimenti universitari: cosa possiamo ottenere?

È possibile ottenere una immatricolazione ad anno successivo al primo presso un Ateneo con posto disponibile se si è:

-laureando o laureato o iscritto al terzo anno di una facoltà affine;

E’ inoltre possibile ottenere il trasferimento, mantenendo la stessa facoltà, verso una sede in una città diversa sempre che abbia un posto disponibile.

Immatricolazioni ad altri corsi di laurea ad anni successivi al primo o Trasferimenti universitari, quali documenti vanno analizzati prima di proporre il ricorso?

Di seguito i documenti da analizzare.

1) Bandi degli Atenei 2017/2018 nei quali può essere previsto un contingente di posti liberi per i trasferimenti e/o le immatricolazioni ad anni successivi al primo. Per esempio, nel bando di Catanzaro 2017/2018 (clicca qui per leggerlo), c’è scritto, all’articolo 12 che ci sono 76 posti disponibili per i trasferimenti e le immatricolazioni ad anni successivi ai primi; tali disposizioni possono essere presenti anche in altri bandi di altri Atenei. Qualora il bando non preveda espressamente i posti disponibili, lo studio curerà la predisposizione di una istanza volta a conoscere quanti posti disponibili ci sono per le immatricolazioni ad anni successivi ai primi e per i trasferimenti.

2) Il bando per l’accesso a medicina e odontoiatria prevede, all’articolo 10, che i posti non esauriti dagli studenti stranieri possano essere utilizzati per i trasferimenti.

Inoltre se sono residuati posti destinati agli stranieri per l’anno 2016/2017 questi vanno destinati ai posti per i trasferimenti da e verso le stesse facoltà in sedi differenti o per le immatricolazioni ad anni successivi al primo da parte di laureandi o laureati ad altri corsi di laurea affini;

3) Bandi Atenei per gli altri corsi di laurea (se si è interessati ad altri corsi di studio diversi da medicina/odontoiatria). Per gli altri corsi di laurea, diversi da Medicina e Odontoiatria, occorre guardare ai bandi dei singoli atenei. In essi, come vedrete per esempio (clicca qui per leggere l’esempio), ogni anno l’Ateneo destina dei posti agli stranieri che non vengono quasi mai ricoperti lasciando libera la possibilità ad altri studenti di usufruirne.

La disciplina di riferimento è sempre quella del bando attuale e dei bandi degli anni pregressi che magari prevedevano posti che non sono mai stati riassegnati. Lo studio legale curerà l’analisi di questi documenti per vedere se c’è la disponibilità del posto nonostante l’Ateneo si opponga e dica che non ci sono posti disponibili per le immatricolazioni ad anni successivi al primo (senza dover superare il test) o per i trasferimenti.

Immatricolazioni ad altri corsi di laurea ad anni successivi al primo o Trasferimenti universitari: i precedenti favorevoli

Lo studio legale ha ottenuto diverse pronunce favorevoli in tema di immatricolazione ad anni successivi ai primi (senza dover prima superare il test) per studenti laureandi o laureati in altri corsi di laurea (clicca qui per approfondire)

La giurisprudenza sui trasferimenti da medesime facoltà in sedi differenti, inoltre, è anch’essa favorevole. Il giudice amministrativo ha infatti accolto tutti i ricorsi patrocinati dallo studio negli anni passati con i quali si è chiesto il trasferimento verso altre sedi, per corsi di laurea quali medicina/fisioterapia/biologia ed altri, incentrando la decisione sulla mancata copertura dei posti destinati agli extra comunitari non assegnati e rimasti vacanti.

Immatricolazioni ad altri corsi di laurea ad anni successivi al primo o Trasferimenti universitari: che tipo di ricorso è possibile proporre?

È possibile proporre soltanto dei ricorsi individuali dal costo di 500,00 euro per la presentazione dell’istanza per chiedere la immatricolazione o il trasferimento e, qualora l’ateneo si rifiutasse o non rispondesse, bisognerebbe, se si vuole fare ricorso, pagare ulteriori 1000 euro (più CU) per chiedere al Giudice un provvedimento di immatricolazione che obblighi l’Ateneo.

Immatricolazioni ad altri corsi di laurea ad anni successivi al primo o Trasferimenti universitari: quando aderire al ricorso?

Sarà possibile aderire all’azione fino al 6 novembre, facendo pervenire le adesioni in modo da presentare le istanze di immatricolazione o trasferimento alle Università e poi, in caso di rigetto, o mancata risposta, verrà proposto il ricorso.

Immatricolazioni ad altri corsi di laurea ad anni successivi al primo o Trasferimenti universitari: quando posso ottenere un provvedimento positivo?

Rispettando i termini sopra indicati lo studio prevede che ci si possa immatricolare o trasferire entro massimo dicembre.

Per aderire al ricorso e per conoscere le modalità di partecipazione clicca qui

Per qualunque informazione compila il nostro form  “Raccontaci il tuo caso”  o manda una mail a [email protected]

4 COMMENTI

  1. Buonasera desidero ricevere informazioni per il trasferimento ad altra università per medicina e chirurgia 2 anno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here