Home Concorsi Concorso per 3.581 allievi carabinieri, inidoneità psicofisica: come tutelarsi

Concorso per 3.581 allievi carabinieri, inidoneità psicofisica: come tutelarsi

inidoneitàSono in corso le prove di efficienza fisica e gli accertamenti psicofisici e attidinali del concorso per 3.581 allievi carabinieri in ferma quadriennale.

Le prove di efficienza fisica consistono in diversi esercizi di atletica sportiva (salto in alto, corsa, trazioni, salto in lungo ecc…) da effettuare in sequenza in un’unica giornata. In caso di infortunio o comunque per gravi motivi di salute e non solo, l’amministrazione deve consentire ai concorrenti un differimento della data della prova al momento successivo alla guarigione. In diverse occasioni recenti, infatti, il nostro staff legale legale è riuscito ad ottenere lo spostamento della prova fino all’ultima data utile per diversi candidati che si erano infortunati o presentavano delle problematiche particolari.

Tutte le prove e i relativi tentativi consentiti per l’espletamento delle stesse devono
essere singolarmente verbalizzati dalla Commissione e risultare dal verbale di notifica che viene consegnato al concorrente. Diversamente il verbale di esclusione
presenterà un vizio che può essere fatto presente in sede di ricorso al Tar.

Gli accertamenti psico-fisici sono volti a valutare lo stato psico-fisico dei candidati. I valori devono rientrare entro i “ranges” individuati da specifiche “tabelle di idoneità” individuate da ciascun corpo che elencano tutte le imperfezioni e infermità che danno luogo ad un giudizio di esclusione.

Tuttavia, le commissioni mediche dei concorsi spesso effettuano un’analisi dei candidati molto superficiale ed utilizzano dei macchinari sanitari obsoleti che non sono in grado di fornire risultati corretti. Anche in questo caso, l’inidoneità può essere oggetto di contestazione al Tar.​​

L’unico modo per verificare la correttezza o meno dell’operato della commissione è necessario richiedere l’accesso agli atti. Una volta ottenuta la documentazione potete inviarla via mail a info@leonefell.com in modo da permettere al nostro staff legale di valutare la proponibilità di un ricorso. E’ necessario agire tempestivamente, poiché è possibile contestare l’esclusione entro e non oltre 60 giorni!
​.
Come ben sappiamo, ogni selezione nasconde insidie e mille difficoltà ed è necessario conoscerle per poterle affrontare e non pregiudicare la prova. Per questo, noi dello Studio legale Leone-Fell abbiamo deciso di realizzare un nuovo manuale di preparazione per i concorsi. Obiettivo del manuale è quello di spiegare e analizzare le varie fasi che caratterizzano un concorso al fine di consentire a tutti i partecipanti di arrivare preparati alla selezione e, inoltre, di conoscere e prevenire tutte le problematiche che possono verificarsi durante il concorso e dare luogo a una ingiusta esclusione.

Clicca qui e scarica subito il manuale

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


9 + 7 =