Home #IOINSEGNO Concorso scuola: ricorso per l’assunzione per gli idonei alle prove selettive

Concorso scuola: ricorso per l’assunzione per gli idonei alle prove selettive

Concorso scuola: ricorso per l’assunzione per gli idonei alle prove selettive

Scuola inserimento in GAEI bandi del concorso scuola 2016 (DD.DD.GG. 105, 106, 107 del 2016) prevedono che ai fini della formazione delle graduatorie di merito “La commissione giudicatrice, valutate le prove e i titoli ai sensi dell’articolo 6, comma 5, procede alla compilazione della graduatoria di merito, inserendo i predetti candidati nel limite massimo dei posti messi a bando per ciascuna procedura concorsuale maggiorati del 10% ai sensi dell’articolo 400, comma 15, del Testo Unico come modificato dall’articolo 1,comma 113, lettera g, della Legge.

Concorso scuola, la previsione normativa sulle graduatorie

La previsione secondo cui la formazione delle graduatorie di merito debba avvenire sulla scorta del solo limite dei posti messi a bando, maggiorati del 10%, frusta quanto disposto dal medesimo sopracitato art. 400, comma 15, ovvero che “La graduatoria di merito è compilata sulla base della somma dei punteggi riportati nella prova o nelle prove scritte, grafiche o pratiche, nella prova orale e nella valutazione dei titoli”.

Più precisamente, nel concorso 2016 vi sono stati diversi candidati che hanno superato tutte le prove previste per le rispettive classi di concorso, ma che tuttavia non potranno sottoscrivere alcun contratto a tempo indeterminato.

A ciò si aggiunga che il concorso scuola 2016 ha carattere NAZIONALE, e dunque il paradosso che si viene a realizzare è che, per le medesime classi di concorso, vi saranno regioni con un numero di vincitori non sufficienti a coprire i posti indetti (ad esempio in Sicilia nessun candidato ha superato le prove scritte relative alla Classe di concorso A018 FILOSOFIA E SCIENZE UMANE), mentre in altre regioni ci saranno idonei che invece non potranno stipulare alcun contratto a tempo indeterminato.

Scuola 2Pertanto, riteniamo che coloro che hanno superato positivamente tutte le prove del concorso, ma che tuttavia non risultano utilmente collocati in graduatoria per l’assunzione nella Regione prescelta, potranno impugnare le graduatorie di merito del concorso 2016 per ottenere lo scorrimento delle stesse a livello interregionale al fine dell’assegnazione dei posti indetti rimasti inoccupati.

Si precisa che molte graduatorie sono state già pubblicate, altre invece sono ancora in corso di pubblicazione definitiva. Ai fini di partecipazione del ricorso, pertanto, si ricorda che è possibile ricorrere entro 1 anno dalla pubblicazione della graduatoria definitiva della propria classe di concorso perché la PA ha l’obbligo di dire in che posizione si sono classificati gli idonei oltre il 10% e che punteggio hanno ottenuto.

Clicca qui per la modulistica

Seguici su facebook con i nostri gruppi!

Per ricevere qualsiasi tipo di informazione invia una mail all’indirizzo info@avvocatoleone.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Scopri l’avvocato a te più vicino visualizzando i legal point de “LA RETE DEI DIRITTI”.

Avv. Maria Gabriella Saia

Approfondimento a cura dell’Avv. Maria Saia

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


4 + 9 =