Home Università Immatricolazioni senza test: il Miur cambia le regole grazie alle nostre vittorie!

Immatricolazioni senza test: il Miur cambia le regole grazie alle nostre vittorie!

Il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti con il Decreto ministeriale che definisce le modalità e i contenuti delle prove di ammissione ai corsi di laurea e laurea magistrale a ciclo unico in lingua italiana ad accesso programmato nazionale a.a. 2019/2020 dà una svolta definitiva alle immatricolazioni ad anni successivi al primo in corsi di laurea a numero chiuso, confermando l’iscrizione senza test d’accesso.

Il nostro Studio legale da anni porta avanti una battaglia per il diritto allo studio, assistendo gli studenti universitari, già iscritti in altri corsi, che desiderano accedere a un corso a numero programmato senza previo superamento dei test d’ammissione. Citando le vittorie ottenute dallo staff legale dello studio, il Ministro conferma che il test d’accesso può essere applicato solo per l’iscrizione al primo anno e non per anni successivi al primo.

Il Dm cita infatti le seguenti sentenze e ordinanze, ottenute tutte dallo studio Leone-Fell (Tar Calabria n.n.1498/2018, 1595/2018; ordinanze cautelari Tar Lazio n.n. 4661/2018, 4660/2018) e afferma che “per le richieste di cambio di corso di laurea con iscrizione ad anni successivi al primo dei corsi di laurea ad accesso programmato nazionale, ritiene legittima la limitazione al previo superamento dei test preselettivi per i corsi di laurea ad accesso programmato nazionale solo con riferimento al primo anno del corso di studi e non trova applicazione, invece, per quanto riguarda le richieste di trasferimento ad anni successivi al primo, fermo restando l’indefettibile limite dei posti disponibili per il trasferimento nonché il riconoscimento da parte degli Atenei dei crediti formativi”.

“Le nostre battaglie e le nostre vittorie hanno avuto il merito di portare a un primo cambio di rotta – dichiarano Francesco Leone e Simona Fell, soci fondatori dello studio Leone-Fell & C., il più grande studio di diritto amministrativo d’Italia – Non possiamo che essere lieti di questo, perché vuol dire che i sacrifici fin qui fatti hanno portato frutto. Le nostre battaglie per il diritto allo studio non si fermano qui, anzi! E siamo certi che alla fine, sentenza dopo sentenza, passo dopo passo, riusciremo a provocare qualche altro cambiamento per un maggiore rispetto della meritocrazia e della parità di trattamento”.

Per aderire alla nostra azione clicca qui

Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


8 + 6 =