Home pensioni Ricalcolo pensione (art. 54), nostra vittoria anche in appello!

Ricalcolo pensione (art. 54), nostra vittoria anche in appello!

art. 54La Corte dei Conti della Puglia aveva dato ragione al nostro ricorrente, un sottufficiale della Aeronautica Militare, ma l’Inps aveva proposto appello. I giudici della Corte dei conti centrale d’appello ci hanno nuovamente dato ragione, confermando il diritto al ricalcolo della pensione (art. 54)!

Andato in pensione nel 2017 con il sistema misto, non ritenendo corretto il calcolo della propria pensione, si era rivolto al nostro Studio legale per ottenere il ricalcolo e la corretta applicazione dell’aliquota prevista dalla legge.

Nonostante il pieno diritto del ricorrente all’applicazione dell’aliquota al 44%, avendo maturato alla data del 31/12/1995 un’anzianità contributiva di 17 anni, 6 mesi e 20 giorni, il suo trattamento pensionistico era stato liquidato dall’istituto previdenziale applicando l’aliquota spettante al personale civile con l’anzianità di 15 anni di servizio effettivo, pari al 35% della base pensionabile.

La Corte dei conti della Puglia aveva accolto le nostre istanze e disposto il ricalcolo. L’Inps si era appellato, sostenendo che la disposizione, “introdotta allorché vigeva il sistema
retributivo puro, avrebbe una funzione perequativa per quei militari che, per motivi indipendenti dalla propria volontà, fossero stati costretti ad abbandonare il servizio non avendo raggiunto i vent’anni di servizio”.

Il giudice d’appello ha ribadito che “deve escludersi che la disciplina di cui all’art. 54 sia qualificabile come speciale, in quanto contribuisce a definire gli ordinari criteri di calcolo della pensione per la generalità dei militari. In definitiva, per i militari che, alla data del 31 dicembre 1995, vantavano un’anzianità di servizio utile inferiore a 18 anni, per i
quali la pensione viene liquidata in parte secondo il sistema retributivo ed in parte con il sistema contributivo, per ciò che concerne la prima parte, continua a trovare applicazione la disposizione di cui all’art. 54 del D.P.R. n. 1092/1973”.

Pertanto, la Corte dei Conti ha rigettato l’appello dell’ente di previdenza e confermato il ricalcolo della pensione.

Per maggiori informazioni e per aderire al ricorso clicca qui

newsletter

Vuoi ricevere le notizie direttamente nella tua mail? Clicca qui e iscriviti alla newsletter

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


6 + 3 =