Home Concorsi - Insufficienza prova scritta

Concorsi – Insufficienza prova scritta

381
0

RICORSO

Concorsi – Insufficienza prova scritta

  • Impugnazione del provvedimento di esclusione da una procedura concorsuale bandita dalla Pubblica Amministrazione o dalle Forze Armate e di Polizia.

TIPOLOGIA DI RICORRENTE

  • Possono aderire al Ricorso tutti coloro i quali siano risultati esclusi a seguito dell’espletamento di una prova scritta (ad es. tema) da una procedura concorsuale bandita dalla Pubblica Amministrazione o dalle Forze Armate e di Polizia.

GIURISPRUDENZA

Il T.A.R. Lazio, sez. I Quater con ord. 8606/2018 ha censurato il verbale di correzione della prova scritta del concorso (tema) che aveva cagionato l’esclusione del ricorrente affermando che la motivazione posta a sostegno del giudizio della Commissione fosse insufficiente e che, precisamente, dalla stessa non si potesse comprendere l’iter logico giuridico seguito dall’esaminatore per addivenire al giudizio finale.

  • Conseguentemente il Collegio ha annullato il giudizio di inidoneità e ha disposto una nuova correzione della prova.Letteralmente con l’ordinanza in questione il T.A.R. ha affermato che «nel rispetto dei principi generali dell’imparzialità dell’azione amministrativa con l’effettuata predeterminazione dei criteri di valutazione delle prove scritte, non ha consentito poi con il giudizio sintetico espresso nella correzione dell’elaborato di poter verificare ex post la correttezza dell’iter logico seguito dalla Commissione medesima per pervenire all’attribuzione del punteggio, attesa la mancata corrispondenza del giudizio sintetico espresso nella correzione dell’elaborato con i predeterminati criteri valutativi, risultando così opaco ed incomprensibile il punteggio numerico attribuito.»( T.A.R. Lazio, sez. I Quater, ord. caut. n. 8606/2018).

NORMATIVA

  • 3 legge 241/1190.
  • 12, d.P.R. 9 maggio 1994, n. 487
  • OBIETTIVO DA RAGGIUNGERE

    • Ricorrezione della prova scritta valutata insufficientemente.
    • Ammissione, con riserva, alla prova successiva del concorso.

    AUTORITÀ ADITA

    • T.A.R. territorialmente competente.
    • Consiglio di Stato (in caso di ricorso straordinario).

    TERMINE DI ADESIONE

    • Per il ricorso ordinario al T.A.R.: Entro 60 giorni decorrenti dal giorno in cui viene notificato al concorrente il provvedimento di esclusione o, in mancanza, dalla pubblicazione della graduatoria dei candidati ammessi alla prova successiva.
    • Per il ricorso Straordinario al Presidente della Repubblica (Consiglio di Stato): Entro 120 giorni decorrenti dal giorno in cui viene notificato al concorrente il provvedimento di esclusione o, in mancanza, dalla pubblicazione della graduatoria dei candidati ammessi alla prova successiva.

    TIPOLOGIA DI RICORSO E MODULISTICA

    Individuale.

    Il costo di adesione è pari a euro 1.500,00 comprensivi di iva e cpa per onorario, oltre 325,00 per contributo unificato

    Per ricevere qualsiasi tipo di informazione invia una mail all’indirizzo info@leonefell.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

    Per informazioni immediate chiama 0917794561

    Errata valutazione dell’elaborato, il Tar la riammette al concorso

    insufficienza prova scritta
    Aveva partecipato al concorso interno per la promozione alla qualifica di Ispettore superiore della Polizia di Stato, ma non trovandosi ammessa alla seconda prova...

    Concorso al Mit: i viaggi di Salvini nei quiz della preselettiva

    Concorsi indetti e mai conclusi
    Nella banca dati dei 3000 quiz predisposti dal ministero alle Infrastrutture per la prova preselettiva del concorso per 148 ingegneri e architetti al Mit,...

    Ricorso Dirigenti scolastici, il CdS ammette i nostri ricorrenti

    dirigenti scolastici
    Vittoria al Consiglio di Stato! I giudici amministrativi hanno ammesso i nostri ricorrenti a partecipare con riserva alla prova scritta per il concorso per...

    Ricorso “Concorso scuola Primaria e Infanzia”, prorogati i termini di adesione

    ricorso concorso scuola primaria
    Come avevamo già preannunciato, il concorso per la Scuola Primaria e dell’Infanzia è riservato a coloro che hanno maturato ad oggi i requisiti stringenti individuati...

    In ritardo al concorso per causa di forza maggiore, riammesso: nostra...

    ritardo
    Si era presentato in ritardo e l’amministrazione lo aveva escluso dalla prova di efficienza fisica del concorso per 2000 allievi carabinieri. Ritenendo ingiusta l’esclusione ha...
    Francesco Leone
    L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.