Home Concorso Banca d'Italia, illegittimo l'anno di laurea e diploma

Concorso Banca d’Italia, illegittimo l’anno di laurea e diploma

La Banca d’Italia ha pubblicato lo scorso 6 marzo un bando di concorso destinato a laureati triennali e diplomati per l’assunzione a tempo indeterminato di:

  • A. 10 Assistenti (profilo amministrativo)con orientamento nelle discipline economiche;
  • B. 10 Assistenti (profilo amministrativo) con orientamento nelle discipline giuridiche;
  • C. 20 Assistenti (profilo amministrativo) con orientamento nelle discipline statistiche;
  • D. 25 Assistenti (profilo tecnico) con orientamento nel campo dell’ICT1;
  • E. 40 Vice assistenti (profilo amministrativo)

La domanda di partecipazione può ancora essere inoltrata in quanto il termine ultimo è slittato dal 7 aprile al 18 giugno. Una prima scrematura sarà effettuata solo sulla base dei titoli: il punteggio sarà assegnato non solo a seconda del voto di laurea e diploma, ma anche in base all’anno di conseguimento.

Punteggi assegnati per i possessori di laurea triennale, se conseguita:

  • prima dell’8 aprile 2014   punti 0,50
  • dall’8 aprile 2014 al 7 aprile 2016   punti 2,50
  • dall’8 aprile 2016 al 7 aprile 2018   punti 4,50
  • successivamente al 7 aprile 2018   punti 6,50

Per i possessori di diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale, se comseguito:

  • prima dell’8 aprile 2013   punti 0,50
  • dall’8 aprile 2013 al 7 aprile 2015   punti 2,50
  • dall’8 aprile 2015 al 7 aprile 2017   punti 4,50
  • successivamente al 7 aprile 2017   punti 6,50

Secondo il nostro staff legale, tale requisito cela un’illegittima selezione per anno di laurea e diploma. Si tratta dunque di una disparità di trattamento che avvantaggia di fatto i candidati più giovani.

Gli esiti delle preselettive sulla base dei titoli verranno pubblicati il 15 luglio. A partire da tale data sarà possibile contestare l’esclusione. Proporremo un ricorso collettivo finalizzato all’ammissione dei candidati esclusi.

Compilate il form per essere ricontattati e per non perdervi le notizie inerenti il concorso!

Per ricevere qualsiasi tipo di informazione, nonché per fissare un appuntamento telefonico con il nostri legali, invia una mail all’indirizzo info@leonefell.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Concorso per cancellieri, laurea accessoria e selezione a punti?

L’emergenza Coronavirus ha stravolto anche il mondo dei concorsi. Il DL “Rilancio” ha infatti introdotto nuove regole e procedure per lo svolgimento dei concorsi,...

Maxi-concorso Oss Foggia, riapprovata la graduatoria: al via il ricorso contro...

Non si placano le polemiche sul concorso pubblico regionale indetto dall’Azienda “Ospedali Riuniti” di Foggia per la copertura di 2.445 posti di Operatore Socio-Sanitario. Il...

Discriminazione in concorso pubblico, il giudice civile dà ragione al ricorrente

È possibile impugnare davanti al giudice ordinario gli atti della pubblica amministrazione quando questi si palesano discriminatori e chiederne la cessazione del comportamento o...

Ripam Campania, riparte il concorso: prove 8-10 giugno

Dopo due mesi di stop, causa emergenza Covid-19, riparte il maxiconcorso Ripam Campania. Le prime prove suppletive sono state fissate tra l'8 e il...

Ricorso Mibac, vittoria al Tar: 55 ricorrenti ammessi allo scritto!

Mibac
Il Tar Lazio ha ammesso 55 nostri ricorrenti alla prova scritta del concorso Mibac per 1052 assistenti alla vigilanza! I giudici amministrativi hanno così confermato,...
Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.