Home Concorso al Comune di Roma, individuate domande errate

Concorso al Comune di Roma, individuate domande errate

Concorso al Comune di Roma: individuate domande errate

comune di roma

Negli ultimi giorni, il nostro Studio legale ha ricevuto diverse segnalazioni di domande errate o fuorvianti presenti nella prova scritta del concorso indetto dal Comune di Roma Tutti i quesiti segnalati passeranno al vaglio del nostro team di esperti e una volta accertata l’erroneità dei quesiti sarà possibile contestarli per ottenere l’aggiornamento del punteggio.

A chi è rivolto il ricorso

Possono aderire al ricorso tutti coloro che hanno partecipato al Concorso  e hanno individuato domande errate o fuorvianti nel proprio test. 

Esempio A: il quesito presenta più risposte corrette
Se il concorrente intende contestare una domanda che presenta più risposte parimenti corrette, potrà proporre ricorso solo se ha barrato la (seconda) risposta che si reputa corretta. In questo caso si chiede al TAR di rettificare in aumento il voto ottenuto, attribuendo il punteggio pieno per la domanda contestata, neutralizzando anche la decurtazione di punteggio subita.

Esempio B: la domanda presenta un unica risposta corretta e l’Amministrazione non è riuscita ad individuarla.
Se il concorrente intende contestare una domanda perché l’Amministrazione, tra le risposte, non ha individuato quella corretta, il candidato può proporre ricorso se ha barrato l’unica domanda che si considera corretta. Anche in questo caso si chiede al TAR di rettificare in aumento il voto ottenuto, attribuendo il punteggio pieno per la domanda contestata, neutralizzando anche la decurtazione di punteggio subita.


Esempio C: la domanda non presenta nessuna risposta corretta
Se il concorrente intende contestare una domanda perché l’Amministrazione, tra le risposte, non ha inserito nessuna risposta valida, il candidato può proporre ricorso a prescindere dalla risposta barrata.

Cosa si ottiene ?

Ha interesse a contestare una domanda il candidato che con la rettifica del proprio punteggio (anche contestando più domande) può ottenere un punteggio pari o superiore all’ultimo candidato in posizione utile in graduatoria ai fini dell’assunzione o anche chi desidera ottenere un punteggio più elevato, in vista di possibili scorrimenti di graduatoria.

Per contestare le domande errate è necessario proporre un ricorso di tipo individuale, “modellato” sulla posizione personale del concorrente. Ad ogni modo, è possibile anche proporre dei ricorsi collettivi a condizione che: tutti i ricorrenti del ricorso contestino le stesse domande o abbiano dato la stessa risposta (o non risposta). 

Domande errate contestabili

La teoria ecologica di U. Bronfenbrenner afferma che lo sviluppo è influenzato da:

  • 4 sistemi ambientali (risposta corretta ritenuta erronea da Formez)
  • 5 sistemi ambientali (risposta corretta secondo Formez)
  • 6 sistemi ambientali (risposta errata)

Cos’è l’apprendimento?

  • L’acquisizione di competenze (risposta corretta ritenuta erronea da Formez)
  • Un processo che si compone esclusivamente di elementi verbali e motori (risposta errata)
  • L’acquisizione di conoscenze in vista di uno scopo (risposta corretta secondo Formez)
In base al d.lgs 165 del 30 marzo 2001, art. 55-bis comma 4, relativamente alle forme e ai termini del procedimento disciplinare, per le infrazioni per le quali è prevista l’irrogazione di sanzioni superiori al rimprovero verbale, il responsabile dela struttura pressocui presta servizio il dipendente, segnala all’ufficio competente per i procedimenti disciplinari i fatti ritenuti di rilevanza disciplinare di cui abbia avuto conoscenza. Entro quanti giorni?
  • ciclomotori (risposta corretta secondo Formez)
  • Novanta giorni (risposta errata)
  • Sessanta giorni (risposta errata)

Come aderire al ricorso?

Per ricevere la modulistica di adesione, necessaria per aderire al ricorso, compila il form qui sotto!

Studio Legale Leone-Fell

Lo Studio Legale Leone-Fell da anni supporta i partecipanti ai concorsi pubblici.

La tutela dei diritti per noi significa stare dalla parte di chi ha subito un torto, un’ingiustizia, di chi insegue i silenzi di una burocrazia sorda e inadeguata, di chi si vede negare una prerogativa, di chi non può coronare il proprio sogno a causa di un diritto che resta lettera morta.

Grazie a innovazione digitale, etica e tutela dei diritti, in poco tempo siamo diventati uno dei massimi protagonisti nel panorama del diritto amministrativo italiano.

Bandi News

Parlano di Noi

© Copyright 2015 – Avvocato Leone | Cookie policy