Home Illegittima priorità concessa ai docenti neoimmessi in ruolo

Illegittima priorità concessa ai docenti neoimmessi in ruolo

priorità

Come precisato nel manuale breve sulla mobilità 2020/2021 (clicca qui per scaricarlo), una volta conclusi i trasferimenti provinciali (I e II fase) e dopo aver assorbito gli eventuali esuberi, il totale del contingente disponibile nell’a.s. 2020/2021 è accantonato e destinato alle immissioni in ruolo per il 50%.

Il restante 50% sarà destinato ai trasferimenti interprovinciali (mobilità territoriale) e alla mobilità professionale (entrambi facenti parte della fase III) nella misura del 30% e del 20% delle disponibilità per l’a.s. 2020/2021.

Così delineato, il meccanismo delle aliquote determina un grave pregiudizio per tutti coloro i quali partecipano alla mobilità interprovinciale e non hanno ottenuto il movimento desiderato per l’illegittima priorità concessa ai neo immessi in ruolo.

TIPOLOGIA DI RICORRENTE

Possono aderire al ricorso tutti i docenti interessati alla mobilità interprovinciale che non hanno ottenuto il movimento desiderato per l’illegittima priorità concessa ai neo immessi in ruolo.

DOCUMENTI RICHIESTI

  1. contratto di immissione in ruolo;
  2. domanda di mobilità 2020/2021;
  3. lettera di notifica;
  4. esito mobilità 2020/2021;
  5. bollettino immissioni in ruolo 2021/0/2021 Ambito territoriale di destinazione.

AUTORITÀ ADITA

Giudice del lavoro

TIPOLOGIA DI RICORSO E MODULISTICA

INDIVIDUALE

Per ricevere qualsiasi tipo di informazione invia una mail all’indirizzo info@leonefell.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Per informazioni immediate chiama 0917794561

Mobilità 2020/21 e servizio pre-ruolo, al via il reclamo avverso il...

Come per le precedenti procedure, anche questa mobilità 2020/21 presenta diverse illegittimità che penalizzano i docenti che ne hanno fatto domanda. In questi giorni,...

Novità concorso scuola straordinario e riapertura graduatorie di istituto

concorso scuola
Il Miur ha confermato che i posti messi a bando per le quattro procedure concorsuali sono 61.863 su tutto il territorio nazionale, di cui...

Concorso straordinario scuola, niente prove in estate?

concorso straordinario
Le prove del concorso straordinario per assumere 32 mila precari potrebbero non tenersi più in estate. Salta anche l'ipotesi quiz a crocette: al suo...

Romania, l’USR Lombardia reinserisce i nostri ricorrenti in graduatoria!

L’USR Lombardia, con decreto del 14.05.2020,  ha reinserito i nostri ricorrenti nelle graduatorie a seguito del riconoscimento del titolo abilitativo all’insegnamento, conseguito in Romania. Il...

Concorsi scuola, docenti esclusi: le risposte alle vostre domande!

In questi giorni, il nostro studio legale ha risposto a decine e decine di domande sulle procedure concorsuali bandite e sui relativi ricorsi. Per...
Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.