Home Ricorso per l'inserimento in GAE dei docenti ITP

Ricorso per l’inserimento in GAE dei docenti ITP

179
0

RICORSO

Ricorso per l’inserimento dei docenti ITP in GAE

 

Il diritto all’inserimento dei docenti ITP – quei docenti che hanno conseguito un diploma di scuola superiore presso gli Istituti Tecnici Professionali e per i quali non sono mai stati previsti percorsi abilitanti – nelle GAE, graduatorie da cui il MIUR attinge per la sottoscrizione di contratti a tempo indeterminato, è ormai stato sancito a diversi livelli, sia giudiziari che amministrativi.

I diversi Uffici provinciali, infatti, in ottemperanza alle numerose decisioni positive dei Giudici Amministrativi e del Lavoro, stanno procedendo ad inserire tali docenti nelle GAE.

Ciò in quanto il TAR ha confermato che ai Docenti ITP deve essere riconosciuto il valore abilitante del Diploma posseduto, poiché gli stessi sono stati impossibilitati a partecipare alle procedure abilitative speciali sinora bandite. Ed infatti, le disposizioni normative non appaiono aver mai istituito procedure abilitative ordinarie per tale categoria di insegnanti.

TIPOLOGIA DI RICORRENTE

Tutti coloro che sono in possesso del diploma che, ai sensi della Tabella B del D.P.R. 19/2016, costituisce titolo d’accesso alla classe di concorso di insegnante tecnico-pratico (c.d. ITP)

NORMATIVA E GIURISPRUDENZA

NORMATIVA

Il Decreto di aggiornamento delle GAE, D.M. 400/2017, contrasta, nella parte in cui ammette a partecipare alla tale procedura esclusivamente i candidati in possesso del titolo di abilitazione all’insegnamento conseguito entro la data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di partecipazione, quanto ai docenti ITP, impossibilitati a partecipare alle procedure abilitative speciali sinora bandite, con le disposizioni normative che, all’opposto, non appaiono aver mai istituito procedure abilitative ordinarie per tale categoria di insegnanti (cfr. art. 402, d. lgs. n. 297/1994, art. 10, d.m. n. 249/2010 e art. 3, comma 2, d.p.r. n. 29/2016);

GIURISPRUDENZA

La Giurisprudenza sia amministrativa sia ordinaria ha, in diverse occasioni ed anche di recente, accolto i ricorsi di coloro i quali, ritenendo fondata la censura con cui gli stessi avevano lamentato il mancato inserimento dei docenti itp nelle GAE.

AUTORITÀ ADITA

Autorità Giudiziaria

TERMINE DI ADESIONE

Il termine ultimo di adesione al ricorso è il 30 dicembre

TIPOLOGIA DI RICORSO E MODULISTICA

RICORSO 

  • – Individuale: 1.500,00 € (oltre contributo)
  • – Collettivo: 200 € al raggiungimento di 10 ricorrenti

Per ricevere qualsiasi tipo di informazione invia una mail all’indirizzo info@avvocatoleone.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Per informazioni immediate chiama 0917794561

Concorso infanzia e primaria, pubblicata bozza di decreto: diversi docenti illegittimamente...

concorso infanzia e primaria
Il concorso per la scuola primaria e dell’infanzia sarà bandito a breve, ma è già circolata la bozza del decreto che escluderebbe i diplomati magistrale...

Concorso scuola, ammessi con riserva in coda nelle graduatorie: il ricorso

graduatoria
Tanti docenti hanno partecipato al concorso Scuola 2018 con riserva, ovvero in attesa di convalida da parte del Miur del titolo abilitativo conseguito all’estero....

Concorso docenti, sarà la Corte costituzionale a decidere: nostri ricorrenti ammessi...

corte costituzionale
Sarà la Corte Costituzionale a decidere sulla questione di legittimità, inerente il Decreto Legislativo che ha dettato le regole del Concorso docenti. Il Consiglio...

Concorso docenti, tutti i nostri ricorrenti ammessi al Fit: prorogati i...

Concorso docenti
Visti gli esiti positivi della nostra azione, abbiamo prorogato i termini di adesione al ricorso al 15 ottobre. L’Autorità Giudiziaria Amministrativa ha infatti accolto...

Reinserimento in Gae: al via il ricorso urgente, adesioni fino al...

Gae
Visto il perpetrarsi dell'illegittimità, il nostro studio legale ha deciso di rivolgersi direttamente al Presidente della Repubblica proponendo un ricorso urgente a cui possono aderire ...
Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.