Home #IOINSEGNO Ricorso inserimento in GAE, preadesioni per essere ammessi in graduatoria

Ricorso inserimento in GAE, preadesioni per essere ammessi in graduatoria

RICORSO INSERIMENTO IN GAE: AZIONE LEGALE DINANZI AL GIUDICE AMMINISTRATIVO (TAR)

tra-i-banchiA breve il MIUR emanerà il decreto per l’aggiornamento delle Graduatorie ad Esaurimento per l’anno 2017 e, ancora una volta, i docenti in possesso di diploma magistrale, conseguito entro l’anno scolastico 2001/02, saranno costretti a ricorrere all’Autorità Giudiziaria per farsi riconoscere il diritto ad esservi inseriti.

Per questo motivo, abbiamo deciso di proporre la preadesione al ricorso dinanzi al TAR, al fine di consentire a tutti coloro che sono in possesso del diploma magistrale di essere inseriti nelle Graduatorie ad Esaurimento. Riteniamo, infatti, che i docenti in possesso dei requisiti sopra citati debbano necessariamente essere inseriti in dette Graduatorie. Escludere tale ammissione, invero, equivale a non riconoscere il loro diritto.

Il nostro Studio Legale ha già ottenuto diverse pronunce da parte del Tar Lazio, Sezione Terza Bis che, in sede cautelare, hanno visto accogliere i ricorsi patrocinati dagli avvocati Leone-Fell-Saia, per l’inserimento in GAE dei docenti in possesso del diploma magistrale conseguito entro l’anno scolastico 2001-2002, sulla scorta dell’ordinanza n.1/2016 del 27 aprile 2016 dell’A.P. secondo cui “i soggetti muniti di diploma magistrale conseguito entro l’anno 2001/2002 hanno titolo ad essere inseriti nelle GAE”.

Pertanto, sono stati ammessi i nostri ricorrenti con riserva all’iscrizione nelle rispettive graduatorie.

In quell’occasione gli avv.ti hanno sottolineato che il diploma di maturità magistrale, costituisce in sé titolo abilitante per l’insegnamento nelle scuole dell’Infanzia e Primaria, in forza del combinato disposto dell’art. 53, comma 1, del R.D. del 6 maggio 1923 n. 1054 e dell’art. 197, comma 1 del D.Lgs. del 16 aprile 1994 n. 297.

Ricorso inserimento in GAE, le previsioni normative

Ed invero, il comma 1, art. 53, del R.D. n. 1054/1923, prevede che “l’istruzione magistrale ha per fine di preparare gli insegnanti delle scuole elementari”, mentre il comma 1, art. 197, del D.Lgs. n. 297/1994, stabilisce che “Il titolo conseguito nell’esame di maturità a conclusione dei corsi di studio dell’istituto tecnico e dell’istituto magistrale abilita, rispettivamente, all’esercizio della professione ed all’insegnamento nella scuola elementare”.

I provvedimenti emessi sono l’espressione del buon lavoro operato dal nostro staff, che ha sempre creduto nella bontà giuridica dei ricorsi presentati.

Per aderire al ricorso promosso dallo studio Legale Leone-Fell & associati clicca qui.

Per qualsiasi informazione invia una mail al nostro indirizzo [email protected] o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Vi ricordiamo che potrete visualizzare tutte le news relative alla scuola e non solo sul nostro gruppo Facebook “Scuola, precariato e concorsi” (Clicca qui per iscriverti).

Approfondimento a cura dell’Avv. Maria Saia

Avv. Maria Gabriella Saia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here