Home Concorsi Concorso Consob (coadiutore), illegittimo il voto di laurea minimo

Concorso Consob (coadiutore), illegittimo il voto di laurea minimo

SEDE MILANESE DELLA CONSOB, MARCHIO, LOGO ESTERNO, IN VIA BROLETTO (Enrico Brandi / Fotogramma, MILANO - 2011-07-11) p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale – Concorsi ed Esami n. 25 del 31-3-2017 un nuovo concorso indetto dalla Commissione Nazionale per le società e la borsa (CONSOB). L’autorità amministrativa indipendente ha manifestato – con delibera n. 19874 – l’esigenza organica finalizzata all’assunzione di personale con qualifica di coadiutore.

Concorso Consob, le due procedure selettive

In particolare, ci si riferisce alle due procedure di selezione, e segnatamente:

1) concorso per titoli ed esami, a venti posti di coadiutore in prova nella carriera operativa del personale di ruolo [profilo economico], da destinare alle sedi di Roma (sette unità) e di Milano (tredici unità);

2) concorso pubblico, per titoli ed esami, a quattordici posti di coadiutore in prova nella carriera operativa del personale di ruolo [profilo giuridico], da destinare alle sedi di Roma (cinque unità) e di Milano (nove unità).

Le selezioni sono riservati solamente a tutti quei candidati che hanno conseguito un titolo di laurea con un punteggio minimo di 105/110. Una previsione che, oltre a mortificare il favor partecipationis, si pone in netto contrasto con quanto recentemente stabilito dalla legge delega n. 124/2015 che, all’art 17, elimina il voto minimo di laurea tra i requisiti individuabili per l’accesso alle selezioni indette dalla Pubblica Amministrazione.

Concorso Consob, illegittimo il voto di laurea minimo

L’illegittima previsione, dunque, non costituisce una novità: lo scorso anno, infatti, lo studio legale Leone-Fell aveva sollevato tale criticità e proposto un ricorso al fine di eliminare l’illegittimità dal bando di concorso, consentendo la partecipazione del ricorrente senza alcuna distinzione in base al voto numerico di laurea.

In particolare, lo studio legale ha vinto un ricorso identico a quello che si presenta con riferimento ad un concorso bandito dalla Banca D’Italia (leggi la notizia).

Anche quest’anno, quindi, stante un bando illegittimo, proponiamo un’azione giudiziale volta a consentire la possibilità di presentare la domanda entro il termine previsto dal bando (2 maggio 2017) anche per i soggetti non rientranti nell’ambito del 105/110.

Per aderire al ricorso clicca qui

Per qualsiasi informazione invia una mail all’indirizzo info@avvocatoleone.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


4 + 9 =