Home TFA Sostegno, ammissione laureati in pedagogia e psicologia senza prove preselettive

TFA Sostegno, ammissione laureati in pedagogia e psicologia senza prove preselettive

pedagogia e psicologia

Nel corso degli anni nessuna istituzione ha mai preso in considerazione l’eventualità di favorire l’ingresso al TFA Sostegno ai laureati in Psicologia e Pedagogia. Ad oggi al TFA Sostegno sono ammessi candidati con le più svariate lauree, mentre i laureati in materie psicologiche e pedagogiche, pur avendo competenze specifiche, si trovano a dover affrontare un percorso diverso. Inoltre, possono concorrere solo per la secondaria di secondo grado, mentre la maggior parte dei candidati, pur avendo un percorso non conforme all’insegnamento, può accedere per più gradi.

L’articolo 2, comma 08, del Decreto scuola precisa che, ai fini dell’accesso ai percorsi per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno previsti dal regolamento di cui al decreto del Ministro   dell’istruzione, dell’università e della ricerca 10 settembre 2010, n. 249, in riconoscimento dell’esperienza specifica maturata, a decorrere dal V ciclo i soggetti che nei  dieci  anni  scolastici  precedenti hanno svolto almeno tre annualità di servizio,  anche  non  consecutive, valutabili come tali ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124, sullo specifico posto di  sostegno  del  grado cui si riferisce  la  procedura, accedono direttamente alle prove scritte.

In altre parole, viene premiata l’esperienza e non la competenza, in spregio alle direttive ministeriali sui concorsi pubblici, escludendo chi, in virtù di un percorso quinquennale, durante il quale si studiano approfonditamente la didattica speciale, la pedagogia e la psicologia, oltre a materie sociologiche, di metodologia didattica e di antropologia, afferenti alla sfera “scienze umane”, avrebbe diritto ad accedere direttamente alle prove scritte, senza passare dalle preselettive. Si palesa pertanto una disparità di trattamento tra diverse categorie di partecipanti.

Per tale ragione, il nostro Studio legale, da sempre al fianco dei docenti, ha attivato un ricorso per chiedere che i laureati in Psicologia e Pedagogia possano accedere al TFA sostegno senza preselettiva, al pari di chi ha tre anni di esperienza, anche senza specifiche competenze acquisite in un percorso di studi universitario.

Se sei laureato in in materie socio-pedagogiche (LM87) e desideri accedere al TFA sostegno senza preselettiva clicca qui

TIPOLOGIA DI RICORRENTE

Possono aderire al ricorso tutti i laureati in Pedagogia e Psicologia

AUTORITÀ ADITA

Tribunale amministrativo

TIPOLOGIA DI RICORSO E MODULISTICA

  • COLLETTIVO
  • INDIVIDUALE

Per ricevere qualsiasi tipo di informazione invia una mail all’indirizzo info@leonefell.com o compila il nostro form “Raccontaci il tuo caso”.

Per informazioni immediate chiama 0917794561

Concorso DSGA, ricorso collettivo: quando è possibile?

A seguito della pubblicazione degli esiti delle prove scritte del concorso DSGA, molti candidati hanno contattato il nostro Studio per segnale irregolarità. Per proporre...

Scuola, mobilità 2020/21: mancato trasferimento, come tutelarsi

mobilità 2020-21
Il Miur ha pubblicato le assegnazioni per la Mobilità 2020/21 e molti docenti hanno scoperto di non essere stati assegnati nelle sedi indicate al...

Concorso Scuola, al via il ricorso per i laureati in Lettere

I laureati in Lettere, nelle classi di concorso LM19, LM92, LS13, LS101, pur avendo sostenuto gli esami tipici per l’insegnamento di lettere nella scuola secondaria, non potranno...

TFA Sostegno, ammissione degli assistenti sociali senza prove preselettive

assistenti sociali
Nel corso degli anni nessuna istituzione ha mai preso in considerazione l’eventualità di favorire l’ingresso al TFA Sostegno ai laureati in materie socio-pedagogiche, quali...