Home Ricorsi Medicina Ricorso Test Medicina: adesioni entro il 31 ottobre

Ricorso Test Medicina: adesioni entro il 31 ottobre

Ricorso Test Medicina 2019Prorogati al 31 ottobre i termini per aderire al Ricorso Test Medicina 2019. Alcune delle irregolarità riscontrate quest’anno sono state già oggetto di ricorsi, accolti poi dai giudici amministrativi e che, negli ultimi anni, hanno permesso a migliaia di ricorrenti di esaudire il proprio sogno e intraprendere la carriera universitaria in Medicina. Inoltre, venerdì 25 ottobre, alle ore 18, gli avvocati Leone e Fell saranno in diretta streaming sulla pagina facebook Avv. Francesco Leone  e sull’account Instagram Avvocatoleone per informare i candidati al test e i ricorrenti sulle ultime novità inerenti le nostre azioni legali e per rispondere, sempre in diretta, alle vostre domande.

Poiché le illegittimità sono differenti, il nostro Studio ha proposto diverse tipologie di ricorso per consentire a ciascun candidato di scegliere quella più adatta al proprio caso specifico:

INDIVIDUALE: per chi ha conseguito un punteggio prossimo alla soglia di ammissione, ha subito un’irregolarità circoscrivibile solo alla sua persona o alla sua aula, o ha risposto in modo non corretto (secondo il Miur) alle domande da noi considerate errate o fuorvianti (clicca qui per vederle) e, attraverso il ricalcolo del punteggio, raggiungerebbe l’immatricolazione in una delle sedi scelte, dovrà proporre un ricorso individuale. Oltre ai motivi già elencati, saranno inseriti tutti i motivi del ricorso collettivo.

COLLETTIVO: per chi ha conseguito un punteggio superiore al 20 e non è riuscito ad immatricolarsi può aderire al ricorso collettivo che proporremo per contestare l’errato calcolo del fabbisogno medico; la violazione del principio dell’anonimato; la mancanza di controlli sia in fase di accesso (metal detector) sia durante la prova (smartphone e auricolari); la presenza di domande non inedite, rintracciate nei libri di preparazione ai test; e altre illegittimità ritrovate nei verbali esaminati dal nostro staff legale.

CUMULATIVO: infine, per chi è già iscritto in un altro corso di laurea affine, con materie presenti (e quindi convalidabili) anche nel piano di studi di Medicina o ha già conseguito una laurea (triennale, specialistica o magistrale) in un corso di laurea affine, ha semplicemente superato degli esami convalidabili a Medicina, o ha frequentato con profitto i corsi liberi previsti dall’art.6 R.D. 1269/1938, e ha ottenuto almeno 20 punti al test per Medicina, può aderire al ricorso cumulativo. Si tratta di due differenti azioni legali in una e consente di avere una doppia chance di ottenere l’immatricolazione! Con un unico ricorso verranno attivate due azioni legali: un ricorso individuale o collettivo a seconda della tua situazione personale, contro il test di quest’anno, e un’istanza attraverso la quale, sfruttando la pregressa carriera universitaria, verrà chiesta l’immatricolazione al secondo o terzo anno di Medicina.

Per maggiori informazioni e per aderire al ricorso clicca qui

Grazie al lavoro svolto dal nostro Studio legale, oltre 3mila gli studenti sono entrati a Medicina dal 2013 a oggi. Anni di battaglie vinte contro un sistema che non solo lede il diritto allo studio, ma che ha sta portando al collasso il Sistema sanitario nazionale con una lenta agonia.

Test Medicina 2019, venerdì 25 diretta con gli avvocati

Venerdì 25 ottobre alle 18, sulla pagina facebook Avv. Francesco Leone, gli avvocati Francesco Leone e Simona Fell saranno in diretta per aggiornarvi sulle ultime novità inerenti il ricorso e rispondere alle vostre domande!

 

Per contattare il nostro staff legale invia una mail a info@leonefell.com 

newsletter

Vuoi ricevere le notizie direttamente nella tua mail? Clicca qui e iscriviti alla newsletter

Francesco Leone
L’avv. Francesco Leone si è laureato presso la Facoltà di Giurispudenza di Palermo con una tesi in diritto costituzionale dal titolo “Le Forme di Governo e i Sistemi Elettorali”. Grazie alla guida del dominus Francesco Stallone, ha maturato esperienze come consulente per numerosi Enti Pubblici e Società Private con specifico riferimento alla predisposizione di bandi di gara, schemi di provvedimenti amministrativi e di contratti, interpretazione e applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria. Superati immediatamente gli esami d’abilitazione, si iscrive all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Da quel momento in poi, predispone e patrocina ricorsi singoli, e collettivi, presso la giurisdizione Amministrativa e Civile con particolare riferimento alle tematiche inerenti i Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici/Appalti. Dal 2011 inizia a specializzarsi in Ricorsi Collettivi e Class Action aventi ad oggetto concorsi pubblici, procedure selettive e test d’ammissione e abilitazione. Nel 2013 crea un team di giovani professionisti che, coniugando ricerca scientifica e nuove tecnologie, si occupa con successo di tutti i grandi casi giurisprudenziali degli ultimi anni. Test d’ammissione a Medicina e Professioni Sanitarie, Esami d’abilitazione professionale, Concorsi nelle Forze dell’Ordine, Concorso dell’Agenzia delle Entrate, Selezioni CIAPI, Concorso “Roma Capitale”, Concorso MEF 2015, Piano Giovani e Garanzia Giovani (Youth Guarantee), Concorso Vigile del Fuoco, Accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, Trasferimento in Italia da ateneo estero, Stabilizzazione precari e tutte le problematiche inerenti la Scuola rappresentano solo una parte delle attività professionali sino ad oggi svolte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here


1 + 9 =